Quando:
14 Giugno 2022 giorno intero
2022-06-14T00:00:00+02:00
2022-06-15T00:00:00+02:00

Torna al Calendario

14 GIUGNO

Sant’Eliseo, profeta

Memoria

14 giugno 1579

In Andalusia nella città di Baeza, in Spagna, fondazione del Collegio dei nostri padri sotto il titolo di Nostra Signora del Carmine. Giovanni della Croce col consenso del Provinciale, Angelo de Salazar, fonda con tre compagni, Innocenzo di Sant’Andrea, Giovanni di Sant’Anna e Pietro di Sant’Ilarione questa nuova casa. Partiti dal Convento di Nostra Signora del Monte Calvario (El Calvario), a una lega dalla città di Villanueva di Arçobispo, il 13 giugno giungono a Baeza per la fondazione del nuovo Collegio (più tardi di San Basilio). Scrive Innocenzo di Sant’Andrea: «Ricordo che tutto quanto portavamo con noi da El Calvario per adornare la chiesa, compresa la mensa e le altre suppellettili dell’altare per la fondazione, era caricato su un’asina; i religiosi andavano a piedi, e anch’io tra essi, con i loro bastoni. Essendo la vigilia della SS. Trinità, pur dovendo percorrere più di dieci leghe, osservavamo il digiuno prescritto». Tocca a Giovanni della Croce officiare la prima Messa: è la festa della Trinità. Con i fondatori sono presenti all’inaugurazione il priore de La Peñuela, Francesco della Concezione e Giovanni di Gesù (Origüela). Nel libro ufficiale viene scritto l’atto di nascita del Convento: «A gloria ed onore di Nostro Signore e della Vergine Santissima sua Madre, essendo sommo Pontefice Gregorio XIII, re di Spagna don Filippo II e vescovo di Jaén don Diego de Deza, venne fondato questa collegio di Carmelitani Scalzi della primitiva osservanza». Giovanni della Croce fu superiore della casa dalla sua fondazione fino al mese di marzo del 1582, quando fu eletto priore di Granada. A Baeza i Carmelitani vissero sino al 1836. Dell’edificio non rimane nulla. I Carmelitani ritornarono a Baeza nel 1954 ma in un altro luogo.

14 giugno 1581

A Soria in Spagna, Teresa di Gesù, fonda il quindicesimo Monastero delle nostre monache sotto il titolo della Santissima Trinità. Partita il 29 maggio da Palencia alla volta di Soria, Teresa di Gesù con Anna di San Bartolomeo e sette monache, tre cappellani, due frati Carmelitani: Nicolò di Gesù Maria (Doria) «uomo di grande perfezione e prudenza» come assicura la Madre Teresa (Fondazioni 30,5) e fra Eliseo della Madre di Dio, una guardia e due carrettieri, intraprende la fondazione del nuovo Carmelo in una casa donata da Donna Beatrice de Beaumont y Navarra «che discende dai re di Navarra ed è figlia di Don Francesco di Beaumont» (Fondazioni 30,3), fattasi poi monaca col nome di Beatrice di Cristo. La Messa di inaugurazione fu celebrata dallo stesso Vescovo, Don Alfonso Velásquez, che si era dato premura di visitare le Carmelitane il giorno stesso del loro arrivo. Era la «festa del nostro santo Padre Eliseo» (Fondazioni 30,8).

14 e 15 giugno 1584

Dalla sera di giovedì al pomeriggio di venerdì, nel Monastero di Santa Maria degli Angeli in Firenze, Santa Maria Maddalena de’ Pazzi si sentì attratta interiormente dall’Amore (Gesù) a seguirlo nella sua passione. È la prima delle tre esperienze mistiche della Passione di Gesù che avrà nel corso della sua vita.

14 giugno 1588

A Barcellona in Spagna, per iniziativa di Giovanni di Gesù (Roca) fondazione del Monastero delle nostre monache sotto il titolo della Concezione. Alla fondazione partecipano sette monache, tra le quali spicca la figura di Caterina di Cristo. Entrata in Monastero a Medina del Campo nel 1571 seppe guadagnarsi la fiducia di Teresa di Gesù che la pose a capo della fondazione di Soria.

14 giugno 1620

A Chartres in Francia fondazione del Monastero delle nostre monache sotto il titolo dell’Incarnazione. La venerazione speciale della città di Chartres per la Vergine Maria spinse il Cardinale de Bérulle e Maria Maddalena di San Giuseppe (Fontaines) a realizzare questa fondazione. Il Carmelo di Parigi (Rue-Chapon) dove Maria Maddalena di San Giuseppe era priora trovò le monache per realizzare il progetto inviando come fondatrice e prima priora, Genoveffa di San Bernardo (terza figlia di Madame Acarie), Margherita di Gesù (Cugy), Maria di San Giovanni Battista, Susanna di San Giuseppe (Le Beau), Maria della Passione (Charles), la novizia Maria della Trinità (le Roy) e la conversa Florentina della Madre di Dio già segretaria della Beata Anna di San Bartolomeo. La Rivoluzione Francese del 1792 disperderà le 25 monache. La priora Teresa di Gesù (Desvroux) fu condotta a Rambouillet per essere ghigliottinata, ma la sera dell’esecuzione la caduta di Robespierre (27 luglio 1794) sospese l’esecuzione e venne liberata privandola della gloria del martirio.

14 giugno 1867

Dopo essere stata rifiutata da varie Congregazioni, Mariám Baouardy entra nel Carmelo di Pau in Francia, come postulante.

14 giugno 1884

A Lisieux, in Francia, Santa Teresa di Gesù Bambino riceve il sacramento della Cresima da Mons. Hugonin, vescovo di Bayeux, nella cappella dell’Abbazia benedettina di Notre-Dame-du-Pré. «In quel giorno ricevetti la forza di soffrire, forza che mi era molto necessaria, perché il martirio della mia anima stava per cominciare». Madrina di Cresima fu la Serva di Dio suor Francesca Teresa (Marie-Léonie Martin), sorella di Santa Teresa di Gesù Bambino che ricorda in Storia di un’anima: “Fu Léonie ad essermi madrina, era tanto commossa che non poté impedire alle sue lacrime di scorrere per tutta la cerimonia. Con me ella ricevette la Santa Comunione, perché ebbi ancora la felicità di unirmi a Gesù in questo beato giorno” (Ms A 37r).

Pin It on Pinterest