Quando:
1 Gennaio 2022 giorno intero
2022-01-01T00:00:00+01:00
2022-01-02T00:00:00+01:00

Torna al Calendario

1° GENNAIO

Maria Santissima Madre Di Dio

Solennità

dal Martirologio Romano

Nell’ottava del Natale del Signore e nel giorno della sua circoncisione, la Solennità di Maria Santissima, Madre di Dio, che i Padri del Concilio di Efeso acclamarono con il titolo di “Theotòkos”, perché per mezzo di lei il Verbo si fece carne e venne a porre la sua tenda in mezzo agli uomini il Figlio di Dio, principe della pace, al quale fu dato il nome che è al di sopra di ogni altro nome

1° gennaio 1576

A Caravaca (Murcia) in Spagna, fondazione del dodicesimo Monastero delle nostre monache sotto il titolo di San Giuseppe, voluto da Teresa di Gesù. Non potendolo fondare di persona perché impegnata nella fondazione di Siviglia, la Fondatrice, incarica Anna di Sant’Alberto (Salcedo) di realizzarla, ma da lontano da le disposizioni necessarie. Scelse con cura la priora, destinando a quest’ufficio Anna di Sant’Alberto che sarà, più tardi, discepola di Giovanni della Croce. La Madre dice di sé: «Della sua capacità di assolvere perfettamente questo compito, avevo piena fiducia, perché era assai migliore di me» (Fondazioni 27,8). Il Monastero venne fondato nelle case di Don Rodrigo Moya, padre di una delle prime postulanti. Le giovani di Caravaca che avevano tanto desiderato la fondazione e messo a disposizioni i loro beni e poi entrarono in Monastero erano: Francesca de Cuéllar, Francesca de Saojosa e Francesca de Tauste.

1° gennaio 1628

La città di Napoli decide di annoverare tra i Santi Patroni del Regno delle due Sicilie la Santa Madre Teresa di Gesù.

1° gennaio 1649

Nella città di Neufchâteau, in Lorena, in Francia fondazione del Monastero delle nostre monache sotto il titolo di San Giuseppe. La fondazione si deve alla comunità del Nuovo Convento di Nancy che non potendo accogliere le numerose vocazioni che si presentavano, chiese alla sorella del Duca di Lorena, Principessa de Lixin, Governatrice della città di Neufchâteau, l’autorizzazione per la fondazione di un Carmelo a Neufchâteau. La Principessa diede l’autorizzazione il 30 agosto 1647. Le monache destinate alla fondazione furono: Margherita di San Giuseppe come priora, Teresa di Gesù e Gabriella dell’Annunciazione, tutte professe di Nancy. San Vincenzo de’ Paoli si interessò spiritualmente e materialmente di questa comunità aiutandola personalmente.

1° gennaio 1652

Nella città di Termonde (Dendermonde-Moerzeke) nelle Fiandre in Belgio, fondazione del Monastero delle nostre monache sotto il titolo di Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa. L’iniziativa di questa fondazione venne alla signorina Teresa de la Forge, nobile istitutrice di Anversa. Professava una speciale devozione a Santa Teresa di Gesù e due delle sue alunne chiedevano di farsi carmelitane. Siccome una delle sue alunne, che si farà carmelitana col nome di Teresa Giuseppa dello Spirito Santo (Van Weerden), temeva per la sua salute, chiese a Roma l’autorizzazione a fondare un Carmelo dove si potesse vivere eventualmente senza voti perpetui. Il signor Malo mercante italiano, che si impoverì per realizzare la fondazione, mise a disposizione della signorina de la Forge i suoi beni. Le monache di Anversa avevano accolto favorevolmente il progetto. Il gruppo fondatore era composto da: Teresa di Gesù (Keeseler) come vicaria, Beatrice di San Giuseppe (Retes), Teresa Alessandrina di Gesù (Van de Goes) e Teresa Giuseppa dello Spirito Santo (Van Weerden) che era ancora novizia, più la conversa Cornelia del Gesù Bambino (Le Riche). Giuseppe II sopprimendo gli Ordini contemplativi del suo Impero, costrinse le carmelitane di Termonde a lasciare il loro Monastero il 13 giugno 1783. Dodici emigrarono in Francia altre quattro si dispersero per la città di Termonde.

1° gennaio 1769

Alla presenza dei Cardinali Rezzonico e Chigi, e del Promotore della Fede Carlo Alessio Pisani, il Papa Clemente XIII firma il decreto che dichiara l’eroicità delle virtù del fratello converso Francisco del Niño Jesús (Francisco Pascual Sánchez) che assume il titolo di Venerabile. Riceve pure il titolo di apostolo della carità e padre dei poveri, come quello di banditore dell’amore a Gesù Bambino.

1° gennaio 1879

Nella cappella di San Paolo a Tarragona in Spagna, Don Enrico de Ossó y Cervelló, fondatore della Compagnia di Santa Teresa di Gesù, riceve, come delegato del Vescovo, la professione dei voti religiosi, per tre anni, delle otto fondatrici che si erano impegnate con lui nell’opera. La Compagnia risultava così canonicamente costituita.

1° gennaio 1922

Santa Teresa Benedetta della Croce (Edith Stein), riceve, nella Parrocchia di San Martino in Bad-Bergzabern in Germania, il Battesimo e la prima Comunione da don Eugenio Breitling. Col Battesimo assume il nome di Teresa Edvige. «Ciò che non era nei miei progetti faceva parte del disegno di Dio». La Chiesa allora celebrava la festa ebraica della circoncisione e dell’imposizione del nome a Gesù.

1° gennaio 1926

Mario Prandi (fondatore della Congregazione delle Case della Carità), entra in Seminario «San Rocco», in Reggio Emilia, suscitando la sorpresa e l’incredulità di tutti, perché lo conoscevano bene per la vivacità, le sue birichinate e soprattutto per la sua forte personalità che lo aveva portato ad essere il capo-banda dei ragazzi del rione.

Pin It on Pinterest