Quando:
25 Aprile 2021 giorno intero
2021-04-25T00:00:00+02:00
2021-04-26T00:00:00+02:00

Torna al Calendario

25 APRILE

San MARCO, evangelista

festa

dal Martirologio Romano

La festa di San Marco evangelista, il quale accompagnò San Paolo nei suoi viaggi missionari; poi seguì San Pietro, che lo chiama “figlio mio” e mise per iscritto la sua predicazione nel Vangelo che porta il suo nome e si ritiene sia andato in Alessandria, dove fondò la prima comunità cristiana.

O Dio, che hai glorificato il tuo evangelista Marco con il dono della predicazione apostolica, fa’ che alla scuola del Vangelo, impariamo anche noi a seguire fedelmente il Cristo Signore. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

25 aprile 1573

Nel Noviziato dei Carmelitani Scalzi del Convento di San Pietro di Pastrana in Spagna, Jerónimo della Madre di Dio (Gracián), emette la professione nelle mani di Angelo di San Gabriele, è assente il priore Baldassarre di Gesù (Nieto). Segnano come testimoni Giovanni di Gesù (Roca) e Germano di San Mattia. Gli eccessi e le stravaganze del maestro, Angelo di San Gabriele, non mancarono di mettere in crisi Gracián i suoi compagni, come narra Teresa di Gesù, crisi superata in seguito all’azione moderatrice ed equilibrata di Giovanni della Croce.

25 aprile 1592

Terza nuova approvazione delle Costituzioni delle Monache Carmelitane Scalze. Il Breve Salvatoris, di Sisto V, del 5 giugno 1590, che approvava le nuove Costituzioni non essendo stato accolto favorevolmente da tutti i Monasteri perché prevedeva che il governo delle monache fosse affidato al Vicario Generale della Congregazione degli Scalzi, coadiuvato da un Commissario speciale eletto dal Capitolo escludendo così il governo collegiale della Consulta istituita da Nicolò di Gesù Maria (Doria). Dette luogo a vari ricorsi che sfociarono con il nuovo Breve di Gregorio XIV Quoniam non ignoramus in data odierna che proibisce che le monache siano governate da persone estranee all’Ordine e sopprime l’ufficio del Commissario speciale. È a partire dai mutamenti indotti dal Breve di Gregorio XIV che in Italia apparvero a Genova la prima edizione della Regola e delle Costituzioni delle religiose primitive dell’Ordine della Gloriosa Vergine Maria del Monte Carmelo; il testo accolto dalla prima fondazione di Genova divenne patrimonio di tutte le fondazioni che da esso si originarono.

25 aprile 1608

Si apre a Roma nel Convento di Santa Maria della Scala il II Capitolo Generale della Congregazione italiana dei Carmelitani Scalzi. Vi erano in tutto dieci gremiali. Viene eletto il giorno seguente Pietro della Madre di Dio come Preposito Generale. Il Capitolo stabilisce di chiedere al Pontefice la beatificazione prima e in seguito la canonizzazione della fondatrice Teresa di Gesù.

25 aprile 1610

A Palermo, città del Regno delle due Sicilie fondazione del primo convento dei nostri padri sotto il titolo di Santa Maria dei Rimedi. Già dal 21 ottobre del 1607 era stata valutata l’ipotesi della fondazione di Palermo. L’anno seguente il marchese di Villena aveva chiesto una fondazione di carmelitani scalzi trattando direttamente con Ferdinando di Santa Maria, primo Definitore Generale. In occasione della presenza di Domenico di Gesù Maria Definitore Generale e priore del Convento della Scala di Roma, in Sicilia, il Viceré acquistò dai coniugi Giovanni Matteo e Isabella Curto, l’antica chiesa di Santa Maria dei Rimedi (1072). La chiesa si trovava fuori le mura, in un luogo tranquillo. L’atto di vendita avvenne il 3 aprile 1610. Domenico di Gesù Maria celebrò il 25 aprile, festa di San Marco, la prima Messa solenne alla presenza delle Autorità, ed il Cardinale di Palermo Giannettino Doria arcivescovo di Palermo benedisse la prima pietra del Convento. Rientrato a Roma Domenico di Gesù Maria, dopo aver lasciato un suo procuratore a Palermo per continuare i lavori. La vita della comunità palermitana prese l’avvio ufficialmente l’11 ottobre 1610, quando Benedetto di San Pietro e Guglielmo della Risurrezione (Orazio Flavi) celebrarono per la prima volta la Messa nel nuovo Convento.

25 aprile 1620

Leandro dell’Annunziata, spagnolo, appartenente alla famiglia Melgosa con alte cariche alla corte di Filippo II, venne inviato a Ispahan e poi a Ormuz in Persia (Iran). Da militare qual era previde la caduta di Ormuz in mano agli inglesi e riparò a Goa dove pensava di fondare una missione perché la città era pacifica, tranquilla, ben fortificata e soggetta alla corona di Spagna. Non gli veniva però concesso dal vescovo, pur devoto di Teresa di Gesù, il permesso di fondazione. Leandro dell’Annunziata ne vinse la resistenza organizzando una processione con la statua della Santa Madre, nelle cui mani aveva posto un foglio con la richiesta. L’Arcivescovo contento di potere benedire e vedere la statua per primo, lesse la supplica e… cedette. Il 25 aprile 1620 si aprì quindi la prima fondazione a Goa dedicata alla Vergine del Carmelo. Il Convento fu sede di noviziato e, per richiesta di Propaganda Fide, nel 1633 vi si stabilì un Collegio di Missionari teresiani per studiare le lingue, i costumi dell’India. Goa era molto estesa e i padri che si dedicavano solo all’apostolato avevano bisogno di una residenza particolare. Leandro dell’Annunziata lo fondò a La Laguna, località fuori città e lo dedicò a Santa Teresa di Gesù. I padri avevano anche chiesto l’apertura di un ospedale per soccorrere i profughi di altre parti dell’India, sospinti dalla terribile carestia. Nel 1651, Domenico di San Nicola, belga, costruì la chiesa.

25 aprile 1648

Viene fondato il Convento dei Carmelitani Scalzi di Concesa, presso il Santuario della Divina Maternità di Maria, per opera del Cardinale Cesare Monti Arcivescovo di Milano.

25 aprile 1664

Muore nel Convento di Monaco di Baviera in Germania, Gerardo di San Luca (Luca Braccellli) figlio di Vincenzo e Maddalena Voltalli, nato a Seravezza oggi in Provincia di (Lucca) il 26 novembre 1592. Vestì l’abito del Carmelo a Roma nel Convento di Santa Maria della Scala l’8 luglio 1612 e l’anno seguente, il 14 luglio, emise i voti nelle mani di Domenico di Gesù Maria, priore. Divenuto membro della Provincia di Germania, per 45 anni consecutivi vi ricoprì uffici di governo. Fu varie volte Provinciale, primo priore dei Deserti di Polonia e di Germania e fondò il Convento di Monaco di Baviera. Assitette in morte e celebrò le solenni esequie di Domenico di Gesù Maria avvenuta a Vienna nel 1630.

25 aprile 1669

In Vicenza fondazione del Convento dei nostri padri sotto il titolo di San Girolamo nel medesimo Convento appartenuto ai Gesuati.

25 aprile 1865

Nella Basilica di San Pietro in Roma, Sua Santità Pio IX iscrive nell’Albo dei Beati la Serva di Dio Maria degli Angeli (Marianna dei Conti Fontanella), monaca delle Carmelitane Scalze del Monastero di Moncalieri.

Pin It on Pinterest