Quando:
14 marzo 2019 giorno intero
2019-03-14T00:00:00+01:00
2019-03-15T00:00:00+01:00

Torna al Calendario

14 MARZO

14 marzo 1630

Ad Auch, città dell’antica Provincia di Guascogna, in Francia, fondazione del Monastero delle nostre monache sotto il titolo della Trinità e di Nostra Signora della Vittoria. Fondatrice Maria della Trinità (Sevin) che fu la prima priora. La fondazione del Monastero la si deve al Signor Le Mazuyer (cognato di Maria della Trinità) primo presidente del Parlamento di Toulouse che aveva fatto voto di costruire un Monastero teresiano se l’esercito di Luigi XIII avesse ottenuto la vittoria sui protestanti dell’Isola di Re; voto che si realizzò con la presa della rocca forte di La Rochelle (1630). Auch realizzo le fondazioni del Carmelo di Montauban (1634) e di Pamiers (1646). Durante i tristi eventi della rivoluzione Francese il Monastero soffrì molte vessazioni fin dal 27 aprile 1790, la comunità composta da trenta monache, fu scacciata dal suo Monastero il 29 settembre 1792, e costretta a disperdersi presso le proprie famiglie. Lo Stato incamerò i beni e li vendette all’asta il 4 febbraio 1793. La Religiosa più illustre del Monastero è senza dubbio Maria della Trinità (Sevin, 1570-1656) professa nel Monastero dell’Incarnazione di Parigi e fondatrice di nove Carmeli in Aquitania: Dieppe, Saintes, Bordeaux II, Narbonne, Lectoure, Angers, Auch, Montauban e Pamiers, chiamata la «Madre Santa» già in vita e morta in concetto di santità; gli si attribuiscono vari miracoli.

14 marzo 1654

A Roma fondazione del Monastero delle nostre monache di Regina Cæli, in Via della Lungara, sotto il titolo della Presentazione di Maria SS. al Tempio. Voluto dalla munificenza di Donna Anna Colonna Barberini, ne è fondatrice Chiara Maria della Passione, sua sorella, affiancata nell’opera da altre due monache del Monastero di Sant’Egidio e da una del Monastero di Terni. Per oltre due secoli questo Monastero fu onorato dalla visita di quasi tutti i Pontefici che nell’ottava dell’Assunta vi si recavano a celebrare la Messa. Nel 1870 le monache furono cacciate dal Monastero che divenne carcere giudiziario, l’attuale, che ne mantenne il nome di Regina Cæli.

14 marzo 1948

Domenica di Passione. Nel Monastero dei Ss. Teresa e Giuseppe delle Carmelitane Scalze dei Ponti Rossi in Napoli, muore la Venerabile Maria Giuseppina di Gesù Crocifisso (Giuseppina Catanea) alle ore 19,30. Le sue ultime parole furono una preghiera: «O Gesù, assorbirmi in te, trasfonditi in me, trasformami in te e fa’ che io viva solo di te». La salma pur essendo la madre deceduta per cancrena, rimase esposta per 14 giorni incorrotta e di ciò si conserva l’attestazione di quaranta clinici napoletani.

Pin It on Pinterest