Quando:
26 febbraio 2019 giorno intero
2019-02-26T00:00:00+01:00
2019-02-27T00:00:00+01:00

Torna al Calendario

26 FEBBRAIO

26 febbraio 1588

Sono martirizzati i Padri Giovanni di Banegas e Giovanni il Catalano, due carmelitani spagnoli caduti nelle mani dei corsari turchi e successivamente condotti come prigionieri in Algeri, dove furono arsi vivi.

26 febbraio 1671

Nel città di Napoli nel Convento dei Carmelitani Scalzi nel Regno di Napoli, muore all’età di 68 anni, poco tempo prima dello scadere del suo mandato, il Preposito Generale Filippo della Trinità. Esprit Julien, nacque a Malaucène nel Contado Venaissin, in Francia, il 19 luglio 1603. Suo padre professava il mestiere delle armi. Entrò a Lione nel Convento dei nostri padri e professò l’8 settembre 1621, proseguì gli studi a Parigi da dove fu inviato a Roma nel Seminario delle Missioni e dopo l’ordinazione sacerdotale nel 1638 fu destinato alle Missioni in Oriente. In Persia (Iran), esercitò l’ufficio di Lettore; passò a Goa come superiore della Missione, dove rimase otto anni; è in questa circostanze conobbe, accolse e formò il fratello converso Redento della Croce (Tommaso Rodríguez de Cugna). Accolse pure nell’Ordine Pietro Berthelot col nome di Dionisio della Natività (1635). Saranno Protomartiri a Sumatra il 29 novembre 1638. «Questo mi sarà sempre – scriverà – motivo di grande gioia, consolazione e di gloria, l’aver conosciuto questi venerabili confratelli martiri, d’aver conversato con loro per molti anni e di aver portato nell’Ordine il Padre Dionisio della Natività». Percorse l’Arabia, la Siria, il Monte Libano, l’Armenia ed altri luoghi del Levante. Dopo il suo rientro in Europa lo troviamo a Lione come Lettore per diversi anni; due volte è eletto all’ufficio di Provinciale, poi Definitore Generale e nel 1665 Preposito Generale della Congregazione d’Italia e in questa carica si distinse per il suo grandissimo zelo, lasciando ovunque la testimonianza di una virtù eroica. Visitò prima tutte le Provincie oltramontane e poi quelle d’Italia. Dopo la morte, la sua fama di santità scatenò una vera caccia a tutto ciò che gli era appartenuto in vita; autori di provata serietà gli attribuiscono diversi miracoli.

Pin It on Pinterest